scrivici        vinealia         fatti         uve e vini         genti e terre         vino e         






 

Ismea: commercio estero internazionale
Newsletter Ismea, 9 gennaio 2002
 
Export di vini neozelandesi stabile in quantità. A fronte di una diminuzione della produzione, restano stabili le esportazioni di vini della Nuova Zelanda: a fine ottobre 2001, con circa 195.200 ettolitri (+0,4%), rappresentavano più di un terzo (il 34%) del mercato complessivo dei vini di questo Paese. Ma ciò che suscita più interesse è che in valore sono nel frattempo aumentate di oltre il 17%.

Export cileno tra luci e ombre. Viñas de Chile, l'associazione che rappresenta le principali strutture enologiche del Paese, ha reso noto volumi esportati dai suoi membri nei primi 9 mesi del 2001 sono aumentati del 9%, mentre i valori corrispondenti solo dell'1%. Choncha y Toro in particoalre ha conservato il primato in termini di volumi spediti all'estero. I corrispettivi, pari a 67 milioni di U$A, sono scesi del 4,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, a fronte di una lieve diminuzione dei volumi esportati (-0,6%), ma soprattutto in presenza di una flessione dei prezzi. Le vendite del numero due dell'export, Viña San Pedro, proprietà di Companias Cervecerias Unidas (CCU), hanno totalizzato 52,7 milioni di U$A, registrando un +17,3%. I volumi vendutoi da Viña San Pedro, pari a 28,7 milioni di litri, sono risultati in crescita del 24,2%. E infine Viña Santa Carolina, in sesta posizione, ha visto le sue esportazioni del 14,3% nello stesso periodo dell'anno precedente.

Sempre più vini sudafricani in Gran Bretagna. Nei primi 8 mesi del 2001 il Sud Africa ha superato la Spagna per volumi venduti in Gran Bretagna, incrementando la sua quota di mercato dal 6,8 all'8,4 per cento. La tendenza porta il Sud Africa in quinta posizione nella graduatoria dei fornitori britannici, dopo Francia, Australia, Italia e Germania.

Cresce la presenza dei vini australiani in Francia. In termini di valore, le esportazioni dei vini tranquilli australiani in Francia hanno superato per la prima volta nella storia le esportazioni di vini francesi in Australia. Tra il 1999 e il 2001, infatti, le esportazioni australiane in Francia sono quadruplicate mentre quelle francesi sono rimaste stagnanti. A contribuire al successo dell'export di vini australiani diversi gruppi francesi, Pernod-Ricard in testa.

15/1/2002