scrivici        vinealia         fatti         uve e vini         genti e terre         vino e         






 

Settimana nazionale dell'olio
Siena, 1-10 febbraio 2002
 
"Quando si dice "qualità" occorre ricordare che non si ha a che fare con un concetto astratto, ma con concrete normative di tutela, omogenee a livello di paesi mediterranei. Oltre, naturalmente ad efficienti politiche di promozione". È questa l'opinione del sottosegretario Teresio Delfino, intervenuto a Roma (al Ministero per le Politiche agricole) alla presentazione della sesta edizione della SETTIMANA NAZIONALE DELL'OLIO che si svolgerà a Siena dal 1 al 10 febbraio prossimi. "Seguendo questa direzione ­ ha continuato Delfino ­ i 200 miliardi stanziati dal Governo serviranno alla tutela e promozione dei prodotti agroalimentari di qualità, come l'olio extravergine di oliva. Altrettanto importanti sono gli aspetti promozione e comunicazione, verso i quali devono convergere soggetti pubblici e privati: dalle regioni, agli enti, alle enoteche".
L'annata 2001-2002, secondo le previsioni degli esperti, farà segnare "solo" un più 2 per cento di produzione rispetto all'anno precedente: oltre 5 milioni e 200mila quintali in Italia. Ed il nostro Paese rappresenta il secondo produttore dopo la Spagna (1 milione di tonnellate).
"Ma siamo senz'altro i primi per la qualità ­ ha precisato il presidente dell'Enoteca Italiana, Flavio Tattarini ­ occorrono, allora, azioni efficaci di promozione, così come è accaduto per il vino".
Nel corso dell'incontro è stato annunciato il prossimo allestimento di una Oleoteca nazionale degli oli italiani nei locali dell'Enoteca Italiana, nell'antica fortezza Medicea di Siena.
Enrico Lupi, presidente dell'Associazione nazionale Città dell'Olio, ha poi introdotto il tema di un interessante convegno internazionale che si terrà a Roma giovedì 7 febbraio, presso l'Associazione Stampa estera di via dell'Umiltà. Questa "Giornata Internazionale dell'Olio" - che avrà per titolo "Il mercato dell'olio d'Oliva nel sud-est asiatico" - affronterà il tema dell'apertura del mercato asiatico, in particolare la Cina, per l'olio extravergine, con i contributi dei rappresentanti del Coi, (Comitato oleicolo internazionale), e dell'Ice (Istituto del commercio estero), ma anche delle associazioni del comparto oleicolo italiano (Assitol, Federolio, Unaprol, Cno).
L'onorevole Luciano Rava, presidente dell'associazione enoteche pubbliche regionali, ha inoltre presentato l'inedita collaborazione tra l'Ente Vini-Enoteca Italiana e il circuito delle enoteche regionali che, nel corso della Settimana, ospiteranno degustazioni e abbinamenti con piatti tipici. "Dieci enoteche _ ha sottolineato Rava - hanno subito dato la propria adesione: segno del grande interesse che c'è nell'aprire il mondo delle enoteche anche all'olio". Del resto, una recente ricerca dell'Ismea, condotta insieme all'Unaprol, ha evidenziato che è sempre maggiore l'interesse dei consumatori italiani nei confronti dell'olio d'oliva. Si calcola infatti che il 64 per cento dell'olio acquistato è olio d'oliva, mentre solo il 36% è olio di semi. E che del 64% il 74% è olio confezionato, l'1% è olio di sansa e il 25 % è olio d'oliva, soprattutto extravergine.
Da segnalare, tra gli appuntamenti che costelleranno la sesta Settimana dell'Olio, i "minicorsi di degustazione" e i "Degustolio" _ ossia un vero e proprio self service della degustazione di qualità (sabato 2 e 9 febbraio e domenica 10 febbraio presso la Fortezza Medicea). Ancora, la consegna delle "Ampolle d'Oro": gli annuali riconoscimenti dell_Associazione Nazionale Città dell'Olio, assegnati d'intesa con l'Enoteca Italiana, verranno consegnati quest_anno venerdì 1 febbraio, proprio in occasione dell'inaugurazione della Settimana. Tra i premiati, l'étoile del balletto italiano Carla Fracci che, oltre ad essere l'emblema della danza classica nel mondo, una volta trasferitasi nel Chianti è divenuta anche produttrice di olio. Ampolle d'oro 2002 anche ad Alfonso Iaccarino, alla guida del celebre Ristorante "Don Alfonso" di Sant'Agata sui Due Golfi _ a cui la giuria ha riconosciuto una dedizione quotidiana alla cultura dell'olio d'oliva, e all'Associazione della Stampa Estera, cui va il merito di aver sempre prestato attenzione agli appelli per la valorizzazione e la tutela del prodotto olio d'oliva.

16/1/2002