scrivici        vinealia         fatti         uve e vini         genti e terre         vino e         






 

Crescono i prezzi dei rossi Doc e Docg
Dati dell'Osservatorio Salone del vino
 
È stato del 24,03 per cento l'aumento del prezzo medio dei vini rossi Docg e Doc nel 2001: questa forte crescita, come mostra la tabella elaborata dall'OSSERVATORIO DEL SALONE DEL VINO sulla base degli indici dei prezzi alla produzione determinati dall'ISMEA, indica chiaramente che il mercato si sta indirizzando in misura crescente verso i rossi e privilegia i prodotti di qualità. Questa crescita dei rossi Docg e Doc non riflette però l'andamento complessivo dei prezzi del vino: emerge, infatti, che i prezzi dei vini da tavola sono in calo, con i rossi che fanno registrare una contrazione del 4,09 per cento e i bianchi (già penalizzati negli anni precedenti) contengono le perdite nel 3,75 per cento.
Meglio dei vini da tavola fanno i Docg e Doc bianchi che accusano un calo del livello dei prezzi limitato allo 0,94 per cento, che può essere considerato un dato non negativo, se si tiene conto della tendenza della domanda a privilegiare i rossi.
Esaminando l'indice relativo al vino in generale, sempre dall'elaborazione dell'Osservatorio del Salone del Vino sui dati dell'Ismea, nel 2001 si riscontra una crescita dei prezzi rispetto all'anno precedente del 3,61 per cento, cioè di poco superiore al tasso di inflazione. Dalla tabella che vi proponiamo di seguito emerge che, per certi tipi di vino, la crescita dei prezzi è stata molto sostenuta: in particolare, il prezzo del Chianti dei Colli Senesi è quasi raddoppiato, il Chianti Docg cresce del 70 per cento, il Lambrusco di Sorbara del 52 per cento, la Vernaccia di San Gimignano, pur essendo un bianco, registra una crescita del 49 per cento, il Chianti Classico e il Barbera d'Asti aumentano del 48 per cento.

I prezzi del vino sfuso in Italia
Variazioni percentuali 2001 su 2000
Totale Vini +3,61 per cento
Vino rosso da tavola: -4,09 per cento
Vino bianco da tavola: -3,75 per cento
Vini doc ­ docg rossi: +24,03 per cento
Vini doc ­ docg bianchi: -0,94 per cento

Vini con i maggiori aumenti
Chianti Colli Senesi: +92,50 per cento
Chianti: +69,72 per cento
Lambrusco di Sorbara: +51,75 per cento
Vernaccia di San Gimignano: +48,69 per cento
Chianti Classico: +47,99 per cento
Barbera d'Asti: +47,83 per cento
Dolcetto d'Alba e Diano: +28,85 per cento
Valpolicella Classico: +15,65 per cento
Barbera d'Alba: +15,23 per cento
Lambrusco Grasparossa di Castelvetrano: +13,14 per cento
Valpolicella: +11,25 per cento
Bonarda Oltrepò Pavese: +10,3 per cento
Cortese di Gavi: +8,26 per cento
Montepulciano d'Abruzzo: +8,20 per cento
Trentino Chardonnay: +6,19 per cento
Orvieto: +5,27 per cento
Orvieto Classico: +4,16 per cento
Pinot Nero Oltrepò Pavese Spumante: +3,96 per cento
Prosecco Conegliano Valdobbiadene: +3,58 per cento

Fonte: elaborazione Osservatorio del Salone del Vino di Torino su dati Ismea

14/3/2002