scrivici        vinealia         fatti         uve e vini         genti e terre         vino e         






 

"Un piatto con il Groppello"
"Confraternita" e Provincia di Brescia
 
Nata 32 anni fa a Padenghe sul Garda in Casa Bosatta, la Confraternita del Groppello ­ che la Provincia di Brescia ha ospitato presso gli uffici dell'assessorato al Turismo per presentare la quarta Edizione della rassegna enogastronomia "UN PIATTO CON IL GROPPELLO", è un sodalizio che oltre ai compiti statutari, quali "la qualificazione e divulgazione del vino Groppello Doc vinificato in Valtenesi e di tutti i prodotti della terra della zona", annovera tra le altre sue prerogative "la valorizzazione delle bellezze paesaggistiche, architettoniche e culturali della Valtenesi".
Finalità tutte in perfetta sintonia quindi con quelle dell'Ente Provincia, le quali coniugano il patrimonio culturale e artistico del territorio con le produzioni di pregio, quali appunto il nobile vino Groppello.
Come per le scorse edizioni la rassegna promoss, che inizierà a metà maggio e si protrarrà per quasi tutto il mese di giugno, ha come scopo la scelta di un piatto da abbinare al vino Groppello Doc.
La manifestazione si estenderà nell'ambito della provincia ed è aperta a tutti i ristoratori.
Sedici iistoranti che hanno accolto l'invito della Confraternita del Groppello:
Ristorante Grand Hotel di Sirmione,
Ristorante Chiostri di Brescia,
Ristorante Locanda Carlo Magno di Gavardo,
Ristorante Baratello di Calcinato,
Ristorante Grillo Parlante di Soiano del Lago,
Ristorante Portichetto di Bione,
Ristorante Scaiola di Nuvolera,
Ristorante Corte Francesco di Montichiari,
Ristorante Monastero di Soiano del Lago,
Ristorante Casa Pasini di Raffa di Puegnago,
Ristorante Solidea di Inzino di Gardone Valtrompia,
Ristorante Belvedere da Marietta di Gardone Riviera,
Ristorante Taverna Floriana di Salò,
Ristorante Hotel Marchina di Brescia,
Ristorante Forchettone di San Zeno,
Ristorante Hotel Duomo di Salò,
i cui chef dovranno cimentarsi, come prevede il regolamento della rassegna, nella preparazione di un primo piatto e di un secondo piatto in cui dovrà essere presente il vino Groppello, opportunamente serviti e presentati; il tutto verrà giudicato da una speciale commissione, composta da professionisti del settore, che si recherà presso il concorrente per la degustazione dei piatti elaborati.
Saranno assegnati un primo premio per il miglior primo Piatto (medaglia d'oro e diploma), un primo premio per il miglior secondo piatto (medaglia d'oro e diploma) e un primo premio per il miglior servizio di sala (medaglia d'oro e diploma).
Le premiazioni verranno effettuate al termine della rassegna con una particolare manifestazione.
Ma l'attività della Confraternità non si limita solo a questa rassegna; essa infatti ha il compito di organizzare il "Palio del Groppello", ossia la "selezione" annuale del vino Groppello Doc, che ha luogo nell'arco di tempo fine settembre-prima settimana di ottobre.
E' membro della Federazione Confraternite Italiane (FICE), partecipa a varie fiere enologiche provinciali e regionali e a convegni enogastronomici nazionali, promovendo non solo l'ottimo Groppello ma anche il territorio in cui è coltivato e ciò che esso propone in termini turistici, culturali, artistici, storici ed ambientali. Attualmente conta oltre 100 soci.
Un'attività, in sintesi, che la Provincia ben volentieri vuole sostenere, considerato che associazioni come la Confraternita del Groppello costituiscono sempre più, anno dopo anno, un'interessante e apprezzata componente del sistema turistico in generale e di quello del Garda in particolare.
Marco Rossi

12/5/2002