scrivici        vinealia         fatti         uve e vini         genti e terre         vino e         






 

Vendemmia 2002, crollo del 17 per cento
La produzione italiana ai minimi storici
 
Abbiamo ricevuto un comunicato stampa da Ismea e Uiv che rivedono ancora al ribasso le PREVISIONI SULLA VENDEMMIA 2002. Rispetto al dato di settembre (47 milioni di ettolitri circa) i nuovi conteggi indicano un ulteriore taglio di 4 milioni di ettolitri. In totale, la vendemmia 2002 porterà quindi nelle cantine italiane 43,2 milioni di ettolitri, che si traduce in un calo del 17% su base annua.
"Negli ultimi trent'anni  ­ recita il comunicato ­ la produzione vinicola italiana non era mai scesa al di sotto di 50 milioni di ettolitri, mentre il dato 2002 rappresenta in assoluto il minimo storico nazionale.
Alla base del crollo produttivo, le avverse condizioni climatiche e le piogge frequenti che hanno danneggiato il raccolto in tutta Italia, con la sola eccezione della Sicilia dove, al contrario, è stata la siccità a provocare i danni maggiori.
Nel dettaglio regionale, il Veneto, principale area produttiva del Paese, registra una contrazione, rispetto alla vendemmia 2001, del 25% per un ammontare di 6 milioni e mezzo di ettolitri (lo scorso anno il dato produttivo aveva superato quota 8,5 milioni).
L'Emilia Romagna, con poco più di 6 milioni di ettolitri segna un meno 15% in un anno, mentre in Puglia il calo è del 25% per un totale di 5,2 milioni di ettolitri. Annata di magra anche in Sicilia dove Ismea-Uiv stimano una produzione complessiva di 5,7 milioni di ettolitri, contro i 7 milioni dello scorso anno.
Tra le altre regioni, è pesante il bilancio della vendemmia 2002 in Piemonte dove le stime indicano una produzione di vino di 2,5 milioni di ettolitri, il 25% in meno rispetto al 2001.
In controtendenza, invece, l'Abruzzo in crescita del 5% per un totale di 3,6 milioni di ettolitri, a fronte di un calo del 18% previsto nel Lazio (2,5 milioni di ettolitri).
Riguardo alla Toscana, dove i produttori hanno lasciato nei campi l'uva danneggiata dal maltempo, Ismea-Uiv valutano una produzione vinicola di 2 milioni di ettolitri, in calo dell'8% su base annua.
Vendemmia sugli stessi livelli del 2001 nelle Marche, mentre in Lombardia e Trentino Alto Adige sono previsti cali rispettivamente del 20 e del 14 per cento.
Infine in Campania, dove già lo scorso anno si era registrata una tendenza al ribasso, le stime parlano di un volume complessivo di 1,6 milioni di ettolitri, in calo del 5% su base annua.

17/11/2002