scrivici        vinealia         fatti         uve e vini         genti e terre         vino e …        






 

Assemblea delle Città del Vino europee
... per un turismo sostenibile di qualità
 
Si è svolta sabato 23 novembre in Valtellina, l'assemblea di RECEVIN, l'associazione europea che riunisce 80 città del vino italiane, spagnole, greche, slovene, protoghesi, tedesche e francesi.
L'occasione è stata la quarta Settimana europea del vino e la federazione, costituita a Strasburgo nel 1999, ha colto l'occasione per presentare due progetti di fondamentale importanza per lo sviluppo del turismo enogastronomico. L'assemblea, infatti, oltre a ribadire la rilevanza che assume l'attività turistica del vino per lo sviluppo locale dei territori europei legati alla produzione di qualità, ha approvato i programmi Interreg IIIB e IIIC.
Il progetto è la nuova iniziativa comunitaria per il periodo 2000-2006 ed è finanziato dal Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale). Gli obiettivi sono quelli di rafforzare la coesione economica e sociale in seno all'Unione e realizzare uno sviluppo equilibrato del territorio tramite la promozione della cooperazione trasfrontaliera, transnazionale ed interregionale.
Le 80 città del vino europee hanno aderito con grande soddisfazione al progetto, con l'obiettivo di promuovere una nuova politica per il turismo attraverso una più stretta cooperazione che permetta di valorizzare il patrimonio naturale, storico ed enogastronomico. La nascita di una rete turistica dei paesi del Mediterraneo occidentale servirà a sviluppare un'economia del turismo atta a garantire una più forte coesione economica e sociale.
L'unione di questi territori è sancita dalla creazione di un marchio di qualità europeo "Città del vino e territori Patrimonio, Faro del Mediterraneo", segno distintivo di un turismo selezionato, di alto livello. Una promozione, quindi, di un turismo di "denominazione di origine mediterranea" basato sulla valorizzazione economica dei patrimoni identitari: paesaggio, prodotti tipici, cultura, architetture e opere artistiche, segni dell'autenticità dello spazio del Mediterraneo Occidentale.

26/11/2002