scrivici        vinealia         fatti         uve e vini         genti e terre         vino e         






 

Chianti Classico in Giappone
Ha accompagnato due lezioni sulla cucina italiana
 
Piatti tipici del Bel Paese (pasta fatta a mano, sughi, secondi, dolci) illustrati, spiegati, preparati e poi anche mangiati, con degustazioni di Chianti Classico offerto da alcune aziende socie del consorzio presenti sul mercato nipponico: questo lo scenario di due "LEZIONI" SULLA CUCINA ITALIANA promosse nella sua sede di Yokohama dalla società Tokyo Gas (10 milioni di utenti, sponsor anche di una squadra di football).
E' accaduto a gennaio (con replica a fine febbraio) nella seconda citta' del Giappone (3,4 milioni di abitanti, ormai periferia della megalopoli Tokyo) grazie ad un accordo fra la scuola di cucina italiana Kotokotopasta e la Cooking School di Yokohama, scuola di cucina promossa proprio dalla Tokyo Gas per diffondere l'uso del gas negli usi domestici visto che nelle case nipponiche l' energia più usata è quella elettrica.
Le lezioni (a pagamento) si tengono nella moderna sede della scuola Kotokotopasta con una megacucina high tech con 48 postazioni e tv a circuito chiuso per non perdere i particolari delle ricette in preparazione e il cuoco "docente" è accompagnato da uno staff di assistenti. La scuola ospita lezioni di cucina tutto l'anno con proposte nazionali ed internazionali: per la pasta fatta a mano questa è stata però la prima volta.
Attualmente sono circa 200 al mese le allieve e la scuola Kokotopasta sta diventando una vetrina del made in Italy di qualità avvalendosi anche della collaborazione di altri illustri marchi italiani, come Alessi per le pentole e stoviglie. A questi si sono aggiunti ora i vini del Chianti Classico che sono presenti in Giappone (sia nella ristorazione che nella rete commerciale) grazie alle iniziative del Consorzio e delle sue aziende associate.
Lo scorso anno le esportazioni di bottiglie col Gallo Nero hanno superato il 70% del totale del prodotto Chianti Classico imbottigliato, con oltre un milione di bottiglie vendute proprio sul mercato nipponico.
Alle lezioni alla Yokohama Cooking School hanno presentato i loro vini, annata e riserva, Aiola, Brancaia, Villa Calcinaia, I Fabbri, La Sala, Panzanello, Fattoria di Petroio, Rocca Montegrossi, Terrabianca-Scassino, Villa S.Andrea e Castello di Volpaia.

30/1/2007