scrivici        vinealia         fatti         uve e vini         genti e terre         vino e         






 

Vino Nobile 2006: 5 stelle
Assegnato il rating per l'annata 2006
 
L’annata 2006 del Vino Nobile di Montepulciano sarà davvero da ricordare negli annali del vino italiano. A ufficializzare le previsioni iniziali degli esperti l’assegnazione delle CINQUE STELLE (massimo punteggio nella scala) da parte di una commissione di esperti annunciata giovedì mattina a Montepulciano, in occasione del tradizionale appuntamento con l’Anteprima del Vino Nobile di Montepulciano.
"Un’annata storica come avevamo previsto fin dai tempi della vendemmia – ha affermato il presidente del Consorzio del vino Nobile, Massimo Romeo quando i produttori avevano optato per una minore produzione con un lavoro di sfoltimento e alta selezione dei grappoli privilegiando la qualità del prodotto, valore aggiunto dei nostri vini insieme alla territorialità in loro insita".
La commissione d’assaggio è stata formata da sei persone di cui i due presidenti delle commissioni camerali per il Rosso e il Nobile, gli enologi Landi e Mazzamurro; il giornalista esperto di vino, condirettore dalla Guida de L’Espresso, Ernesto Gentili; un rappresentante della categoria ristoratori; un membro dell’Associazione italiana sommelier e un rappresentante dei consumatori.
"Ancora una volta è stato premiato quello che io amo definire il Sistema Montepulciano – ha continuato Romeo – ovvero la scelta di dare ai nostri vini una qualità assoluta segno evidente, questo, che siamo ormai sulla direzione di andare incontro alle esigenze di un consumatore attento, che non si accontenta di dire se un prodotto è buono, ma che insieme alla qualità oggettiva cerca anche delle emozioni".
Il 2006 per il Vino Nobile di Montepulciano è stato un anno importante dal punto di vista delle vendite. Il dato più eclatante giunge dagli Stati Uniti dove il Nobile ha realizzato una crescita esponenziale nell’anno precedente superando quota 10% (circa il 7% nel 2005). Oltre agli Stati Uniti i principali paesi esteri per il commercio del Nobile sono Svizzera, Benelux, Regno Unito, Giappone, Canada, Austria e Germania. Sono state rilasciate dal Consorzio nel 2006 5.975.625 fascette Docg, mentre sono state imbottigliate 1.941.205 bottiglie di Rosso.
L’edizione 2007 dell’Anteprima potrebbe definirsi quella dei record. Il primo segnato lunedì 19 febbraio quando nella giornata dedicata agli operatori hanno invaso la Fortezza oltre mille persone interessate al mercato del Vino Nobile. Nella giornata dedicata alla stampa, sono stati accreditati dal Consorzio oltre 140 giornalisti provenienti da tutto il mondo. L’atmosfera dell’Anteprima proseguirà fino a domani (domenica 25 febbraio) con le attività collaterali promosse in paese dal Consorzio dei produttori a partire dalla degustazione dei nuovi vini in commercio, il Nobile 2004 e le Riserve 2003, presso l’Enoteca del Consorzio; mentre i ristoranti della Strada del Vino continueranno “L’Anteprima… in tavola” proponendo menù a prezzo scontato, offrendo gratuitamente in degustazione gli stessi vini messi a disposizione dalle aziende e curando gli abbinamenti ideali con i cibi.

24/2/2007