scrivici        vinealia         fatti         uve e vini         genti e terre         vino e …        






 

Enoteca Emilia Romagna pareggia
Il Cda approva il bilancio consuntivo 2006
 
"Con il bilancio consuntivo 2006 abbiamo chiuso in pareggio e abbiamo sanato tutte le passività pregresse, anche dello stato patrimoniale". Lo dichiara Gian Alfonso Roda, presidente di Enoteca Regionale Emilia Romagna, dopo l'APPROVAZIONE DEI CONTI da parte del consiglio d'amministrazione, avvenuta alcuni giorni fa nella sede di Dozza imolese. Ora il bilancio consutivo sarà sottoposto al voto dell’assemblea.
L'Enoteca, che in virtù di una legge regionale si occupa della promozione dei vini emiliano-romagnoli, in Italia e all'estero, comincia il 2007 in buona salute e partecipa al Vinitaly di Verona con un programma ricco di appuntamenti. Ma, soprattutto, è pronta a dare il via al nuovo piano di promozione e comunicazione approvato all’inizio di quest’anno dall'assemblea dei soci (circa 200 sono le aziende e i consorzi associati all'Enoteca).
"Il risultato di bilancio – sottolinea Roda – è dovuto al grande lavoro di riorganizzazione di questi ultimi anni, che ha portato a una razionalizzazione delle risorse e che intendiamo proseguire. Va in questo senso anche l'introduzione di una contabilità analitica, di tipo aziendale, che semplifica anche la rendicontazione dei costi alla Regione e che è stata apprezzata dal Cda e dai soci".
La razionalizzazione delle risorse ha portato l'Enoteca in condizione di affrontare un salto di qualità sul piano della promozione. Per questo è stato elaborato un piano d'azione, condiviso anch'esso dalla base sociale: "Diciamolo pure che l'Enoteca Regionale Emilia Romagna si rilancia. E lo fa – precisa Roda – in un'ottica di investimento delle risorse recuperate dall'economia gestionale".
Il nuovo piano è articolato e, in particolare, mira a target differenziati, come spiega Roda: "Abbiamo reso compatibili le diverse esigenze delle varie realtà produttive regionali. Lavoreremo su livelli paralleli sviluppando iniziative per le grandi realtà cooperative e, ancor di più, investiremo nella valorizzazione e nella comunicazione della qualità e delle eccellenze raggiunte dalle piccole e medie aziende vitivinicole. Interloquiremo con la grande distribuzione organizzata, ma anche con il mondo alberghiero e della ristorazione".
Al fine di condividere le azioni in modo ampio sono stati costituiti due gruppi di lavoro. Uno è rivolto alla Gdo, formato dalle grandi realtà cooperative. L'altro, invece, è formato da rappresentanti di primarie aziende vitivinicole: un rappresentante dell'associazione Mosaico piacentino, la Fattoria Vallona per i Colli bolognesi, l'azienda Manzini per i lambruschi modenesi e l'azienda Medici Ermete per quelli reggiani, l'azienda Celli per l'Ente tutela vini di Romagna, un rappresentante del Convito di Romagna e l'azienda Montesissa.

Per ulteriori informazioni:
Enoteca Regionale Emilia Romagna e Mostra permanente
Dozza imolese (Bologna), Rocca sforzesca
telefono 0542678089
info@enotecaemiliaromagna.it - www.enotecaemiliaromagna.it

 

29/3/2007