scrivici        vinealia         fatti         uve e vini         genti e terre         vino e         






 

Mtv Toscana: Gallo presidente
Passaggio di consegne alla presidenza del Movimento turismo del vino toscano
 
Eletto all'unanimità Alessandro Gallo nuovo PRESIDENTE del Movimento turismo del vino della Toscana. Sarà il giovane direttore tecnico del Castello d'Albola a guidare per i prossimi tre anni il piccolo esercito di vignaioli riuniti nell'associazione per promuovere il "tuscany wine style".
Alessandro Gallo si impegna a portare avanti le numerose iniziative promosse finora dal Movimento, prima tra queste la più importante rassegna di enoturismo a livello nazionale "Cantine aperte.
"Mi impegno ufficialmente a perseguire la strada intrapresa dai miei predecessori per un miglioramento continuo del servizio di assistenza ai visitatori – commenta il neopresidente – tra cui le iniziative ormai consolidate che fanno da cornice al fine settimana più atteso dagli amanti del vino: dalla preparazione di una mappa con l'indicazione delle cantine aperte e il numero di telefono al servizio degli enoturisti, alla possibilità di partecipare alle già collaudate cene col vignaiolo e alla sfilata di auto d'epoca."
"In un momento in cui il "Made in Italy" è al centro dell'attenzione per le vicende negative legate alla contraffazione dei prodotti italiani più conosciuti nel mondo – afferma Alessandro Gallo – dobbiamo difendere la nostra integrità e garantire al consumatore l'autenticità del "nostro" vino. Per questo è importante non solo relazionarsi con i soci per stabilire strategie comuni di promozione e rivendicare la tutela del nostro lavoro, ma è essenziale anche trasmettere al mercato segnali positivi dando certezze sulla qualità".
Nato nel 1993 da un'intuizione di Donatella Cinelli Colombini, il Movimento turismo del vino in pochi anni ha raccolto quasi mille soci con cantine distribuite su tutto il territorio nazionale. Solo in Toscana se ne contano ben 200 e sono rappresentative delle varie zone di produzione.

29/3/2007