scrivici        vinealia         fatti         uve e vini         genti e terre         vino e         

News
  giugno 2006
    Ais Piemonte
    Alsaziani
    Barbera meeting
    Bene il Nobile
    Bianchi a Soave
    Cervim
    Colli Orientali
    Costa Toscana
    Federvini
    Gaudio
    Grignolino
    Livon
    MiWine
    Nuove tendenze del vino
    Palio dei frizzanti
    Polpenazze del Garda
    Porto
    Progetto Vino
    Sommelier Ruinart"
    Strada del Franciacorta
    Trucioli
    Trucioli Ue
    Vini del Tribuno






 
Gaudio in Sicilia
Un riuscito tour enogastronomico
 
GAUDIO (Gruppo amici uniti di indole oraziana), club bolognese volto alla valorizzazione dei piccoli e grandi piaceri del vivere, ha recentemente compiuto un interessantissimo tour alla scoperta di alcune delle realtà più significative della Sicilia del vino. Meta del tour è stata la Sicilia occidentale, con un itinerario che ha toccato le province di Trapani, Agrigento e Palermo.
Guidati dal presidente Piero Valdiserra, i soci hanno fatto visita a cinque grandi espressioni del territorio vitivinicolo siciliano: la Cantina Settesoli, il colosso enologico di Menfi, che oggi può contare sugli oltre 6mila ettari vitati dei suoi soci conferitori; il Baglio Planeta, sulle rive del Lago Arancio, dove i gaudiosi bolognesi sono stati ricevuti con grande cordialità da Gigi Planeta in persona; il Baglio Hopps, poco fuori Marsala, una delle più antiche e qualificate realtà produttive delle Sicilia, fra le prime a ottenere e commercializzare il vino Marsala all’inizio dell’Ottocento; la Vinicola Calatrasi di San Cipirello, moderna ed efficientissima cantina con un una molteplicità di linee produttive, non solo in Sicilia; la tenuta di Filiberto Sallier de La Tour, Principe di Camporeale, presso la quale i soci Gaudio hanno potuto assaggiare vini straordinari ottenuti sia da uve autoctone sia da vitigni internazionali.
Dovunque, come è consuetudine consolidata del club felsineo, si sono svolte discussioni, degustazioni, commenti e – alla fine – acquisti di bottiglie da riassaggiare al ritorno a Bologna.
Fondato a Bologna nel 1997, Gaudio promuove l’apprezzamento del buon mangiare, del buon bere, del fumo del sigaro, del turismo enogastronomico, del turismo termale, della cultura materiale in senso lato. Non è casuale a questo riguardo il richiamo, fin nel nome del Club, a Orazio, il grande poeta latino dell’età classica che ha dato un esempio insuperabile dell’uso misurato dei piaceri. Fin dal suo nascere, Gaudio svolge un’attività molto intensa di serate e di eventi sia a Bologna sia in molte altre città e regioni italiane.

 
20/6/2006