scrivici        vinealia         fatti         uve e vini         genti e terre         vino e …        

News
  giugno 2006
    Ais Piemonte
    Alsaziani
    Barbera meeting
    Bene il Nobile
    Bianchi a Soave
    Cervim
    Colli Orientali
    Costa Toscana
    Federvini
    Gaudio
    Grignolino
    Livon
    MiWine
    Nuove tendenze del vino
    Palio dei frizzanti
    Polpenazze del Garda
    Porto
    Progetto Vino
    Sommelier Ruinart"
    Strada del Franciacorta
    Trucioli
    Trucioli Ue
    Vini del Tribuno






 
En plein per il Grignolino
Un successo la seconda edizione
 
Al crepuscolo, che è l’ora più bella per godersi la collina, c’era ancora qualcuno che tirava tardi in qualche cantina, con davanti un bicchiere di grignolino, qualcosa da sgranocchiare e tanta voglia di interrogare il vignaiolo di turno. “DI GRIGNOLINO... IN GRIGNOLINO” è anche e soprattuto convivialità, luogo ove stringere nuove amicizie, allegria, relax. L’evento, organizzato da Slow Food Italia in collaborazione con la condotta Slow del Monferrato casalese, ha fatto l’en plein già alla seconda edizione che si è svolta domenica 18 giugno con oltre quattrocento partecipanti, numero massimo ammesso da Slow Food Italia in questi educational.
Augusto Lana fiduciario della Condotta Slow del Monferrato casalese ricostruisce la cronaca della seconda edizione: “Mercoledì scorso, con la sede di Bra abbiamo deciso di fermare le prenotazioni telefoniche, ed avevamo superato i 360 iscritti, il resto è accaduto domenica mattina. Quindi, primo aspetto da sottolineare è il largo anticipo con cui gli intenzionati e amanti del grignolino si sono iscritti per una partecipazione che definirei entusiastica. Secondo aspetto è il clima che si è creato, ho visto gente arrivare al mattino già felice di esserci, e successivamente nel pomeriggio li ho incontrati nelle aziende ancor più felici; quindi grande allegria ovunque, un aspetto che rende tutto più bello. Sottolineo ancora che tutte le persone hanno pagato per compiere il tour con propri mezzi, e quindi si tratta di persone realmente interessate. Infine ci tengo a sottolineare l’ottima accoglienza organizzata dalle aziende, che ha permesso un perfetto funzionamento della macchina organizzativa”.
Quindi un successo su tutta la linea, confermato dagli stessi produttori, le cui aziende sono state prese d’assalto, in taluni casi da una fiumana che ha sfiorato i duecento visitatori. Ancora una volta “Di Grignolino… in Grignolino” conferma di essere un’eccellente operazione d’immagine per l’enologia del territorio. Molti dei visitatori di quest’anno sono visitatori della prima edizione tornati appositamente per la manifestazione e per puntare su quelle aziende dove si erano trovati meglio e su altre non viste l’anno prima. Discreta anche “l’aliquota” straniera, circa una cinquantina di iscritti provenienti da Germania, Olanda, Belgio e Francia. Tra le note di colore, da segnalare un gruppo di una decina di equipaggi a bordo di fuoriserie sportive storiche.

 

 
20/6/2006