scrivici        vinealia         fatti         uve e vini         genti e terre         vino e …        

Degustazioni
    50 anni di Vorberg
    Alsace Grand Cru***
    Alsazia 2007 ***
    Alsazia 2008***
    Alto Adige
    AMARONE
    Amarone 2003 ***
    Amarone 2004 ***
    Amarone 2005 ***
    Amarone 2006 ***
    Amarone 2007 ***
    Amarone 2008 ***
    Amarone 2009 ***
    Amarone e Valpolicella ***
    Anteprima Bardolino 2009***
    Anteprima Bardolino 2010***
    Anteprima Bardolino 2012***
    Anteprima Bolgheri 2010 ***
    Anteprima Chianti 2013
    Anteprima Rufina 2010
    Anteprima Rufina 2011
    Anteprima Vernaccia di San Gimignano
    Apianae
Di Majo Norante
    Arezzo Terra di Vino ***
    Arezzo Vecchie annate ***
    Assaggi al Vinitaly ***
    Autoctono - GoWine ***
    Azienda Tedeschi
    Barbaresco ***
    BARBERA
    Barbera Nizza ***
    Bardolino 2011 ***
    BARDOLINO CHIARETTO
    Barolo 1996
    Bastianich ***
    BCM numero 3 ***
    Benvenuto Brunello Bergamo ***
    BereBio
    bio&dinamica
    Biologici ***
    Bolgheri
    Bolgheri ***
    Bolgheri 2003-2005 ***
    Bolgheri 2009 ***
    BOLLICINE
    Bollicine a Marostica
    Bollicine su Trento ***
    Bollicine su Trento ***
GRANDI ANNATE
    Bollicine su Trento 2010
    Bosco del Merlo
    Bovio
    Braide Mate e Alte
dalla Livon
    Broy
    Brunello 1990
    Burgenland ***
    Ca Andrea e Muda
Girasoli Sant'Andrea
    Calatrasi
    Campo Marzio '02
La Tunella
    CANNONAU
    Cannubi Boschis
di Luciano Sandrone
    Cantine De Falco ***
    Cantine di Caldaro
    Casa'
    Casale dello Sparviero
    Castelli Maria Pia
    Cesanese del Piglio
    Champagne a Milano***
    Chasse-Spleen 2001
    Chianti 2011 ***
    Chianti Riserva 2001
Frascole
    Chianti Rufina 2002
Frascole
    Chianti Rufina 2008 ***
    Chianti Rufina 2009 ***
    Chianti Rufina vs. Barbaresco ***
    Chiaretti del Garda***
    Colle di San Domenico
    COLLIO BIANCO
    Collio Sauvignon "Valtrussio" 2006
    Costa Toscana
Wine and food ***
    Costa Toscana Anteprima 2010 ***
    Costa Toscana
Anteprima 2008 ***
    Costa Toscana
Anteprima 2009 ***
    Costa Toscana
Anteprima 2007 ***
    Cotinone
Tenuta Coppadoro
    Custoza e altra Garganega
    Dal bicchiere alla vigna ***
    Dieci anni di Nizza ***
    Divin Orcia 2008 ***
    Divin Orcia 2009 ***
    Divin Orcia 2010 ***
    DiViniProfumi
    DOLCETTO ***
    Dolcetto a MIlano
    DolceVi 2007***
    Domaine Taupenot-Merme
    Donna Chiara
    Due rossi da Livon
    Elo Veni 2001
Leone de Castris
    Enantio & Casetta***
    Endrizzi
    Enoteca Enopassione***
    Erbaluce ***
    EuVite
    Falanghina Felix
    Falerno del Massico
da Masseria Felicia
    Famiglie dell’Amarone ***
    Felluga Livio
    Filippi
    Francia del Sud
    Franciacorta
    Franciacorta a Milano***
    Franciacorta festival
    Freewine Day ***
    Friulano & friends***
    Friuli Venezia Giulia
    GAVI
    Gewurztraminer
Simposio 2009 ***
    Gewurztraminer
Simposio 2007 ***
    Gnirega
    Grandi Crus
Costa Toscana 2000 ***
    GRANDI ROSSI DEL SUD
    Grands Crus
Bordeaux 2005 ***
    Grands Crus de Bordeaux***
    Grave del Friuli***
    Grumello
    Guerila
    Guerrieri Rizzardi
    Heres***
    Hofstatter
    I Balzini
    I vini del Palatinato ***
    Iasma
    Il Puro- Fattoria Lavacchio
    Il Trentino di Proposta Vini
    Italia in Rosa 2008
    Italia in Rosa 2009
    Italia in Rosa 2013
    Italia in Rosa ***
    Krimisa by Zito
    La prima del Torcolato
    La Rasenna
    La vie en rose'***
    LACRIMA
DI MORRO D'ALBA
    Lambrusco Cavicchioli
    Langhe Doc Favorita Casà
    Lazio
    Le cantine di Caldaro
    Le Famiglie dell'Amarone d'Arte
    Le loro Maesta' ***
    Le Marche da “Enopassione” ***
    Lessini Durello ***
    Letrari ***
    Livon 2000
    LUGANA
    Marche ***
    Mare e Vitovska ***
    Maremma Wine Shire
    Masari e Tenuta la Bertol
    Merano Wine Festival 2012 ***
    Mercato dei Vini FIVI ***
    Merlot Grandimani
    Mezzacorona
    MONTEPULCIANO
D'ABRUZZO
    Moscato d'Asti & Asti 2009***
    Mueller Thurgau ***
    Nebbiolo Grapes***
    Nebbiolo Prima ***
    NERO D'AVOLA
    NOBILI AROMU
    Non lo so
    Non lo so 2010
    Nosiola
    Novelli
    Nuova Zelanda ***
    Old Custoza
    Oltrepo Pavese
    Oreno 
    Passione di Vino ***
    Pecorino in verticale parallela
    Pedrotti
    Perlone e Rubino
Torboli
    Pescorosso
Tenuta Coppadoro
    Piacere Barbaresco 2008 ***
    Piacere Barbaresco 2009 ***
    Piacere Barbaresco 2010 ***
    PicenINvisibli
    Picolit en primeur ***
    PIGNOLETTO
    PINOT NERO
    Piro
    Podere Bell'Angelo
    Poggio al Vento
    PRIMITIVO
    Proposta Vini ***
    PROSECCO
    Prove di botte ***
    Quattro vini
da La Tunella
    Quignones
    RAMANDOLO
    Ratino
Tenuta Coppadoro
    Ravazzi
    Re Manfredi
Terre degli Svevi
    RECIOTO DI SOAVE
    REFOSCO
    RIBOLLA GIALLA
    Ribolla gialla '03
La Tunella
    Riedel
    Riesling di Germania ***
    Romagna
    Romano Dal Forno
    Rosa del Golfo
    ROSSO
DI MONTEPULCIANO
    ROSSO CONERO
    Rosso Montepulciano
Poliziano
    Roussillon
    Roussillon 2007
    Rufina-Borgogna***
    Südtirol St. Magdalener D.O.C.
    SAGRANTINO
    Sagrantino ***
    Sagrantino Colsanto
    Sagrantino di Montefalco***
    Sagrantino Scacciadiavoli ***
    Salento Sauvignon
Leone de Castris
    SALICE SALENTINO
    SALICE SALENTINO 2
    San Marco e Tufico
Colonnara
    San Ruffino Mutti
    San Vincenzo '02
Anselmi
    SANGIOVESE
DI ROMAGNA
    Santa Margherita
    Sassocheto 1997
Il Grappolo-Fortius
    Scirus Igt 2001
    Semplicemente uva
    Soave a Milano ***
    SOAVE SUPERIORE
    Solarco 2006 Livon
    Solarco 2008 Livon
    Sovversivi del gusto ***
    Stucchi
    Sud de France Igp ***
    Sud de France Worldwide
    Super Whites ***
    Super Whites 2009
    Super Whites 2010
    Super Whites 2011***
    Tai by Cavazza
    Tenuta San Marcello
    Tenuta Terre Nobili 2006
    Tenuta Terre Nobili 2007
    Tenuta Terre Nobili 2008
    Terre da tartufo ***
    Terre di Toscana ***
    Terre Nobili ***
    TOCAI FRIULANO
    Tocai Friulano '03
La Tunella
    Tocai friulano 2003
Forchir
    Traminer "Glére" '03
by Forchir
    Trentino Wine 2010***
    Trento Doc
    Tutti i colori del Bianco ***
    VALCALEPIO
    Valtellina ***
    VALTELLINA SFORZATO
    VERDICCHIO DI JESI
    VERDICCHIO RISERVA
    VERMENTINI D'ITALIA
    Vernaccia - Chenin Blanc ***
    VERNACCIA
DI SAN GIMIGNANO
    VERNACCIA
DI SERRAPETRONA
    Vernaccia di San Gimignano ***
    Vernaccia e Ribolla
    Vernaccia 2011 ***
    Vernaccia-Calce***
    Verticale Amarone
    Verticale Tommasi ***
    Vignaioli Alto Adige
    Vignaioli Alto Adige***
    Villa Matilde ***
    Vin Santo Doc 1997
Fattoria Le Sorgenti
    Vini biologici del Sud de France ***
    Vini d'Abruzzo***
    Vini della Nuova Zelanda***
    Vini di Romagna
    Vini italiani
    Vini rossi del vulcano
    Vinistra 2013
    Vinitaly 2010 1
    Vinitaly 2010 2
    Vino & Portici
    VINO NOBILE
DI MONTEPULCIANO
    Vins d'Alsace ***
    Vitovska ***
    Vulcania
    Vulcania 2010
    Vulcania 2011***
    Zimor






 
Anteprima Amarone 2007
 
Come da parecchi anni a questa parte, l’ultimo fine settimana di gennaio siamo a Verona, per il consueto appuntamento con l' ANTEPRIMA AMARONE; quest’anno ci attendono i vini dell’annata 2007, un’annata dall’andamento climatico particolare, come ci illustra l’enologo Daniele Accordini, nel consueto convegno che precede le degustazioni, in una sala gremita all’inverosimile, con molti partecipanti in piedi.
Un’annata caratterizzata da una vendemmia assai precoce, anzi, la più precoce degli ultimi settant’anni, tanto che la raccolta delle uve è iniziata già ad inizio settembre, a causa anche delle elevate temperature primaverili, che avevano condizionato l’epoca di germogliamento, anticipandolo di ben quindici giorni rispetto all’anno precedente.
L’andamento climatico generale, nel periodo intercorso tra l’invaiatura (2 agosto) e la vendemmia (7 settembre), ha favorito la produzione di uve con un elevato grado zuccherino, ma al contempo con una bassa acidità, il che ha generato vini morbidi, ancor più di quelli, assai già morbidi, dell’annata precedente.
Anche la pigiature delle uve è stata anticipata, in deroga al disciplinare di produzione, che non consentiva la pigiatura delle stesse, prima del 15 dicembre, nel 2007 si è iniziato a pigiare già del 1 dicembre, onde evitare concentrazione zuccherine negli acini troppo elevate, che sarebbero state causa di vini esageratamente alcolici e con residui zuccherini troppo alti.
il convegno è stato chiuso dal presidente del Consorzio Vini Valpolicella, Luca Sartori, il quale ha fatto un poco il resoconto dei tre anni della sua gestione -siamo a fine mandato- elencando sia i successi riportati, ma anche le problematiche riscontrate e le sfide che attendono i componenti del prossimo consiglio.
La superficie vitata è cresciuta ulteriormente, arrivando a coprire 6.450 ettari, sono aumentati anche i fruttai per l’appassimento delle uve, che sono 412, come pure le bottiglie vendute nel 2010, che ormai sfiorano la cifra di 13 milioni, con un incremento del 45% sull’anno precedente. Per i prossimi tre anni è stato richiesto il blocco dei nuovi impianti, ed è stata prorogata la riduzione delle percentuale delle uve da destinare all’appassimento, che aveva già dato i suoi frutti, mantenendo costante, anzi, incrementando il prezzo delle uve (€ 1,80 al Kg nel 2010).
Quest’anno la gestione dell’evento è stata presa in carico completamente dal consorzio, anche per quanto riguarda gli inviti, e questo cambio ha causato qualche disguido –abbiamo notato l’assenza di parecchi giornalisti, solitamente presenti a quest’evento- ed anche le visite alle cantine del territorio, che da anni si svolgevano la domenica mattina, sono state tagliate, o, sarebbe meglio dire riservate solamente agli ospiti stranieri, e questo ha creato un poco di disappunto tra gli “Italiani”.
Un vero peccato, trovandosi già in zona, non poter usufruire di questa possibilità, che riteniamo una grande occasione per poter conoscere alcune piccole aziende, ed assaggiare la loro produzione.
Ma veniamo alla nostra degustazione, che è il motivo principale della nostra presenza, condotta come solito, rigorosamente a bottiglie coperte.
Sessantasei i campioni in assaggio, in gran parte “prove di botte”, ben trentasei vini infatti non erano ancora imbottigliati, ma sono stati appositamente prelevati dalle botti d’affinamento per questa anteprima.
Come lo scorso anno abbiamo quindi pensato di proporvi due distinte classifiche, basate sui nostri migliori assaggi, ovviamente abbiamo degustato tutti i campioni presenti.
Abbiamo trovato nel complesso una buona omogeneità qualitativa nei vini assaggiati, pochissimi esemplari presentavano caratteristiche organolettiche poco allettanti; purtroppo, in questi tour de force degustativi, dove in un tempo limitato si assaggiano decine di campioni, non concediamo prove d’appello, ovvero andiamo a valutare quanto troviamo nel bicchiere, senza mai far sostituire la bottiglia (che dovrebbe comunque essere stata assaggiata preventivamente dai sommelier che effettuano il servizio), questo purtroppo può essere causa di valutazioni errate per alcuni vini, ma è lo scotto che si paga in queste modalità di degustazione.
Parlavamo di omogeneità qualitativa, portata verso l’alto, senza però trovare vertici qualitativi riscontrati lo scorso anno in alcuni campioni; in diversi vini abbiamo colto note vegetali abbastanza percepibili, pochi i vini marmellatosi che si incontravano anni addietro, ed anche il legno (a parte pochi casi) ci è sembrato ben dosato.

Iniziamo quindi dalle prove di botte, elencando i vini in ordine di gradimento:
Amarone della Valpolicella, di Tenute Galtarossa: Color granato di discreta intensità. Balsamico al naso, elegante, di media intensità, pulito, con accenni speziati. Discreta la struttura alla bocca, buona l’eleganza, sentori speziati, tannino in equilibrio, buona persistenza, fin di bocca leggermente tostato, buona vena sapida. 88-89/100
Amarone della Valpolicella Riserva, di Az. Agricola Musella: Rubino profondo con ricordi violacei, molto bello. Frutto rosso speziato al naso, balsamico, elegante, delicato. Di media struttura, fresco, leggermente vegetale, asciutto, lunga la persistenza. 88/100
Amarone della Valpolicella Classico, di Az. Agricola Valentina Cubi: Granato compatto, di discreta intensità. Di media intensità olfattiva, con note balsamiche, pulito ed elegante. Discreta la struttura, fresco, balsamico, con tannino deciso e note di legno, lunga la persistenza, elegante. 88/100
Amarone della Valpolicella Classico, di Zenato Az. Vitivinicola: Granato profondo, compatto e luminoso. Sentori di castagne, buona l’ eleganza olfattiva, pulito. Media la struttura alla bocca, tannino netto, sapido, pulito e fresco, lunga la persistenza. 87-88/100
Amarone della Valpolicella Classico, di Az. Agricola Gnirega: Rubino profondo, con ricordi violacei, molto bello. Frutto sotto spirito, di buona intensità olfattiva, pulito, con leggeri accenni di smalto. Buono il frutto alla bocca, ciliegia sotto spirito, alcol in equilibrio, accenni speziati, buona la persistenza, con leggera tostatura. 87/100
Amarone della Valpolicella "Torre del Falasco", di Cantina Sociale della Valpantena: Granato con unghia mattonata. Di media intensità olfattiva, con note balsamiche e buona eleganza. Pulito e fresco alla bocca, balsamico, di media struttura, elegante, discreta la persistenza. 87/100
Amarone della Valpolicella "Villa Borghetti", di Pasqua Vigneti e Cantine: Granato di media intensità, leggermente velato. Tostato al naso, caffè, intenso, leggermente pungente. Morbido alla bocca, con note vanigliate, di media struttura, fresco, buona la persistenza. 86-87/100
Amarone della Valpolicella "Proemio", di Santi: Granato profondo. Intenso ed alcolico al naso, con sentori di castagne, pulito ed elegante. Buona la struttura, equilibrato alla bocca, con buon alcol, morbido, frutto sotto spirito, note di legno. 86-87/100
Amarone della Valpolicella "Grotta del Ninfeo", di Az. Agricola Domenico Fraccaroli: Rubino-granato, leggermente velato. Ciliegia sotto spirito, alcolico ed intenso al naso. Ciliegie sotto grappa alla bocca, alcolico, speziato, con tannino leggermente asciugante. Notevole il frutto. 86-87/100
Amarone della Valpolicella Classico "Selezione Corte Vaona", di Az. Agricola Novaia: Rubino-granato luminoso. Leggere note animali, alcolico, di media intensità olfattiva. Media la struttura, sentori di legno e note tostate alla bocca, asciutto, leggermente astringente, buona la persistenza. 86/100
Amarone della Valpolicella Classico "Cuslanus", di Albino Armani: Granato di discreta intensità. Di media intensità olfattiva, pulito ed elegante con leggeri accenni chinati e di rabarbaro e note balsamiche. Media la struttura, balsamico, incenso e zenzero alla bocca, discreta la persistenza. 86/100
Amarone della Valpolicella Classico, di Soc. Agricola Corte San Benedetto: Granato non molto intenso. Pulito ed elegante, note balsamiche al naso. Di media struttura e buona eleganza, con accenni speziati, sapido, di buon equilibrio, discreta la persistenza. 86/100
Amarone della Valpolicella, di Az. Agricola Monte Zovo: Granato-rubino, profondo e compatto. Frutto sotto spirito al naso, di buona intensità, con accenni di smalto. Strutturato ed alcolico alla bocca, note di smalto, frutto sotto spirito, discreta la persistenza. 86/100
Amarone della Valpolicella Classico "Campo Rocco", di Az. Agricola Le Marognole: Rubino-granato, profondo e luminoso. Ciliegia sotto spirito, accenni di smalto, intenso, alcolico al naso. la nota alcolica si percepisce anche alla bocca, di buona struttura, con note di vernice, buona la persistenza, tannino deciso ma mai fastidioso. 85-86/100
Amarone della Valpolicella Classico, di Az. Agricola I Scriani: Granato intenso il colore. Intenso ed alcolico al naso, confettura e note speziate. Discreta la struttura, buona la speziatura, fresco, sapido, di buona eleganza, con discreta persistenza. 85-86/100
Amarone della Valpolicella Classico, di Soc. Agricola Monteci: Rubino-granato profondo. Tostato, caffè! Di buona intensità. Olfattiva. Tostatura decisa alla bocca, ritroviamo la nota di caffè, buona la struttura, sapido, leggermente bruciante, buona la persistenza. 85-86/100
Amarone della Valpolicella Classico "Terre di Cariano - Cecilia Beretta", di Pasqua Vigneti e Cantine: Granato di media intensità, leggermente velato. Confettura e frutto rosso speziato al naso, intenso ed alcolico. Fresco alla bocca, con legno percepibile, note speziate e lunga persistenza. 85-86/100
Amarone della Valpolicella "Corte Majoli", di Tezza: Granato di media intensità, leggermente velato. Note di tabacco e cuoio, un poco evoluto al naso. Di media struttura, buona eleganza, accenni chinarti, leggere note vegetali, buona la persistenza. 85-86/100
Da segnalare inoltre: Amarone della Valpolicella Classico "Campo Masua", di Soc. Agricola Venturini Massimino e Figli; Amarone della Valpolicella Classico, di Agricola F.lli Tedeschi; Amarone della Valpolicella "Albino Armani", di Albino Armani, ai quali abbiamo assegnato un punteggio di 85/100

Ecco ora i prodotti già imbottigliati, anche se nella maggioranza dei casi non ancora in commercio; qui abbiamo trovato le nostre migliori degustazioni, con vini in genere più compiuti, ed in alcuni casi già pronti da bere, seppur nella loro gioventù:
Amarone della Valpolicella Classico, di Tommasi Viticoltori: Color granato profondo, compatto e luminoso. Intenso e pulito al naso, elegante, frutto rosso, marasca, confettura, alcolico. Notevole la struttura, grande il frutto, spezie dolci, alcol abbondante ma ben fuso, buona eleganza, lunga persistenza. 90/100
Amarone della Valpolicella Classico "Acinatico", di Az. Agricola Accordini Stefano: Granato-rubino, profondo e compatto, luminoso. Confettura, marmellata di ciliegie, intenso al naso, con accenni di castagne, elegante. Fresco, balsamico ed elegante alla bocca, con ricordi netti di castagne, tannino deciso (pellicina di castagne), buona la persistenza. 89/100
Amarone della Valpolicella Classico, di Az. Agricola Rubinelli Vajol: Granato di media intensità, leggermente velato. Buon frutto rosso, accenni balsamici, elegante al naso. Di media struttura, fresco, con accenni vegetali e mineralità spiccata, sapido e lungo. 88/100
Amarone della Valpolicella Classico "Masua di Jago", di Az. Agricola F.lli Recchia: Rubino-granato, profondo, compatto e luminoso, molto bello. Note affumicate date dal legno, pulito ed elegante al naso, con sentori tostati di caffè. Buona la struttura, note tostate, pulito, fin di bocca leggermente amarognolo, elegante. 88/100
Amarone della Valpolicella Classico "Monte Sant'Urbano", di Az. Agricola Speri Viticoltori: Rubino, intenso, compatto e luminoso. Note tostate ed accenni di caffè, di media intensità olfattiva, pulito. Discreta la struttura, buona la nota alcolica, accenni tostati, tannino asciutto, buona la persistenza. 87-88/100
Amarone della Valpolicella, di Az. Agricola Cà Rugate: Granato profondo e compatto. Balsamico al naso, con sentori di confettura di frutta rossa, buona eleganza. Asciutto e tostato alla bocca, di buona eleganza e lunga persistenza, chiude su sentori di rabarbaro. 86-87/100
Amarone della Valpolicella Classico "Gli Archi", di Cantina Corte Campagnola: Color granato profondo. Media l’intensità olfattiva, frutto speziato, accenni di smalto. Morbido e speziato alla bocca, sentori di confettura, bella trama tannica, buona persistenza, elegante. Meglio alla bocca. 86-87/100
Amarone della Valpolicella Classico "Campedel", di Az. Agricola Gamba: Granato profondo e compatto. Media l’intensità olfattiva, con accenni di castagne, pulito e di buona eleganza. Di media struttura, elegante, pulito e fresco, non molto complesso ma di buona piacevolezza, tannino asciutto. 86-87/100
Amarone della Valpolicella Classico "Cà Coato", di Antolini Pier Paolo e Stefano: Granato profondo, compatto e luminoso. Elegante, balsamico, pulito, di buona intensità, olfattiva, con accenni di smalto. Strutturato, austero ed asciutto alla bocca, note tostate di legno, buona la persistenza. 86/100
Amarone della Valpolicella Classico "Vigneti Vallata di Marano", di Cantine Giuseppe Campagnola: Rubino-granato, profondo e luminoso, molto bello. Di discreta intensità olfattiva, con sentori di rabarbaro, alcolico. Media la struttura, leggermente vegetale, fresco, ritornano i sentori di rabarbaro, discreta la persistenza. 86/100
Amarone della Valpolicella Classico "Vigneti di Ravazzol", di Agricola Cà la Bionda: Granato profondo, con ricordi rubino. Accenni di castagne e note di smalto al naso, intenso, frutto sotto spirito. Intenso alla bocca, frutta sotto spirito, tannino deciso ma non fastidioso, note tostate, alcolico, buona la persistenza. 86/100
Amarone della Valpolicella Classico, di Cantine Cesari: Granato profondo, compatto e luminoso. Elegante e balsamico al naso, ciliegia sotto spirito e cioccolato, ampio. Media la struttura, fresco, con tannino leggermente vegetale, discreta la persistenza. Meglio al naso. 86/100
Amarone della Valpolicella Classico, di Az. Agricola Arduini Luciano: Granato di media intensità, leggermente velato. Speziato, di buona intensità olfattiva, frutto rosso maturo, marasca. Discreta la struttura, speziato, con tannino leggermente verde, buona la persistenza, fin di bocca con accenni aromatici. 86/100
Amarone della Valpolicella, di Az. Agricola Roccolo Grassi: Rubino-granato profondo e compatto, molto bello. Alcolico e leggermente pungente al naso, frutto sotto spirito. Buona la struttura, tannino deciso ma vellutato, note di legno, buona la persistenza. 85-86/100
Amarone della Valpolicella Classico, di Cantina Valpolicella Negrar: Granato luminoso, molto bello. Leggere note animali e sulfuree al naso, intenso. Legno percepibile alla bocca, tostato, con tannino in evidenza, sapido, buona la persistenza. 85-86/100
Amarone della Valpolicella Classico "Aurum - Tenuta Valleselle", di Casa Vitivinicola Tinazzi: Rubino-granato profondo e compatto, molto bello. Frutto sotto spirito ed accenni di smalto al naso, intenso e fruttato. Strutturato, tostato, con note di caffè, asciutto, fin di bocca leggermente amarognolo, discreta la persistenza. 85-86/100
Amarone della Valpolicella "Torre d'Orti", di Az. Agricola Cavalchina: Granato luminoso, non molto intenso. Non molto intenso al naso, di discreta pulizia, con accenni di vernice. Media la struttura, note di vernice, sentori di castagne, discreta persistenza, legno percepibile. 85-86/100
Da segnalare inoltre: Amarone della Valpolicella "Campo dei Gigli", di Tenuta Sant'Antonio, e Amarone della Valpolicella Classico "Le Origini", di Bolla, ai quali abbiamo assegnato 85/100.
Lorenzo Colombo

 
30/1/2011